KO IL MAL DI PRIMAVERA

fotoeffetti.com__final_208440291460_

Siamo nella settimana di Pasqua che ci condurrà alla “Domenica di Resurrezione”, che quest’anno coincide con il ritorno dell’ora legale. Se già iniziate ad avvertire i primi sintomi del “male di primavera” proviamo , insieme alla mia amica Annamaria2, a darvi dei consigli utili per affrontare al meglio la nuova stagione.

 

ora-legale-2016

SONNOLENZA: ECCO COME VINCERLA

Avvertite una certa sonnolenza, vi sentite deboli e più stanchi del solito? Non allarmatevi, siete affetti dalla tipica sindrome primaverile! Per vincere l’astenia che vi procura, bisogna rispettare una certa alimentazione che aiuti a recuperare le forze più in fretta, ripristinando l’equilibrio minerale, poi praticare un po’ di moto ogni giorno in modo da accelerare il metabolismo, incrementare il livello di energia e produrre endorfine.


Con il cambio di stagione l’astenia (dal greco “stenos” ovvero mancanza di forze) colpisce molte persone. Ma perché?

La luce rappresenta l’elemento meteorologico che maggiormente influenza la nostra vita, agendo direttamente sull’organismo, il nostro orologio biologico è infatti influenzato dalla luce solare attraverso un ormone, la melatonina, che regola il ciclo sonno-veglia, indicando al nostro corpo la fase del riposo. La luce, inibendo la produzione di melatonina, induce ad un miglioramento dell’attività funzionale di tutto l’organismo e ciò comporta un maggior consumo di energia, che si traduce in un calo di forze. Inoltre, uscendo da una fase di “letargo”, che è quella invernale, questo stimolo improvviso può trovare il nostro corpo impreparato. Se durante la stagione invernale si tende a considerare conclusa una giornata intorno alle 18-19, con l’arrivo della prmnavera e dell’ora legale si posticipano le attività anche di un paio d’ore. Il problema è che in questo modo duriamo di meno, e durante il giorno avvertiamo quella irresistibile sonnolenza, che spesso non possiamo assecondare.

Tutte le vitamine hanno un ruolo importante per la salute nel nostro organismo, ma alcune in particolare non devono mancare.

Le vitamine del gruppo B non solo migliorano l’assimilazione di carboidrati e proteine, ma partecipano attivamente ai processi metabolici. Gli alimenti che le contengono sono legumi, ortaggi, lievito, latte ed albume d’uovo, carne di manzo, maiale, ecc. Poi c’è la vitamina C che da un lato contribuisce un corretto funzionamento del sistema immunitario e, dall’altro, a depurare l’organismo grazie al suo potere antiossidante. Gli alimenti che la contengono sono kiwi, agrumi, verdure a foglie verdi, peperoni e pomodori. Infine la vitamina A che è un atnossidante e la sua funzione principale è legata alla vista, ma contrasta efficacemente anche i processi d’invecchiamento.


Mangiate abbondante quantità di verdure, consumate il pesce almeno quattro volte la settimana e la frutta tutti i giorni, meglio se lontano dai pasti.

mal-di-primavera

Dagli esperti dell’Osservatorio FederSalus arrivano anche dieci regole per superare indenni gli attacchi del mal di primavera.

1) Dedicare più tempo e attenzioni a se stessi, fondamentale per il benessere psicofisico.
2) Fare almeno 30 minuti di leggera attività fisica al giorno, senza fretta di tornare in forma: esagerare è altrettanto negativo quanto non fare nulla.
3) Attenzione ai segnali che arrivano dal proprio corpo sotto forma di malesseri che si ripresentano, stanchezza ingiustificata, continuo cattivo umore, disturbi alimentari.
4) Attenzione anche a non sottovalutare l’esigenza di sonno e riposo dell’organismo. È fondamentale dedicare il giusto spazio alle ore di sonno (senza però esagerare).
5) Utili gli integratori alimentari per integrare eventuali carenze dovute a un’alimentazione poco ricca o squilibrata. Indicati vitamine e sali minerali, anche per reidratare in caso di sbalzi di temperatura. Ginseng e pappa reale come energizzanti. Ginkgo biloba per la circolazione e per favorire la concentrazione.
6) Alternare il lavoro o lo studio a momenti di pausa e relax.
7) L’organizzazione della giornata deve includere i pasti principali e il riposo.
8) Prediligere la mattina per le attività che richiedono maggiore concentrazione, perché si è più ricettivi.
9) No alle “follie” alimentari: guai a saltare i pasti, ma nemmeno via libera a grandi abbuffate.
Meglio alternare pasti leggeri, ma frequenti e ricchi di proteine e vitamine.
10) Attenzione gli sbalzi di temperatura e alla scelta dei vestiti. L’arrivo della bella stagione non deve ingannare, colpi di freddo e malesseri invernali sono ancora in agguato e trovano terreno fertile negli organismi debilitati.

Fonte: Staibene.it

Annamaria2 & Annamaria