COMUNQUE VADA…SARA’ UN SUCCESSO


E così un altro anno è finito alle nostre spalle.

L’ordine è tassativo e obbligatorio per tutti: l’anno che viene deve essere sempre migliore di quello passato.

Ma la realtà è che nessuna certezza, anche solo uguale ad un soldo di speranza, può essere giocata contro il fato, che non scopre mai le sue carte se non quando lo decide lui.

Ti guardi intorno e vedi i ragazzi , il nostro futuro, che fremono per poter diventare subito grandi finendo poi loro stessi implacabilmente nel passato, e i non più giovani che cercano inutilmente e disperatamente il ritorno alla perduta giovinezza.

Presi da ciò dimenticando di iniettare il siero della saggezza ai nostri virgulti perché a quella età si è immuni da qualsivoglia forma di tranquilla riflessione; in fondo tornando indietro con la memoria ricordiamo un po’ tutti il saggio di turno che ci declamava sempre la famosa “Godi fanciullo mio stato soave, stagion lieta è codesta …”

 Anche noi facemmo sempre mucchio di tutti i consigli per il semplice fatto che la realtà la scopri solo qualche anno dopo quando spesso è tardi per tornare indietro a riparare i danni; la vita si sa è una ruota e come direbbero i cugini d’oltralpe con aria snob “C’est la vie …”

Ma via, bando alle tristezze esistenziali e concentriamoci su un prodotto tipico del nuovo anno, divertente e assurdo almeno per me: le previsioni astrologiche.

Qui non c’è televisione, giornali o rivista grande o piccola che sia che ci propina ore o quintalate di previsioni, divise per segno zodiacale, per mese, per giorno, frutto di studi accuratissimi( ?!?! ) dell’astrologo di turno, maghi e maghelle, che con una sicurezza assoluta ti avvertono che quest’anno ariete è in acquario (tu che hai sempre saputo che nell’acquario al massimo ci vanno i pesci), toro in vergine (con ovvia goduria di quest’ultima), il leone sulla bilancia (ed il felino si accorge pesandosi di essere ingrassato di qualche chilo), capricorno ed ariete che fanno a gara a chi le ha più lunghe (le corna), ed il sagittario che infilza i pesci da poco usciti dall’acquario approfittando dell’assenza dei gemelli che erano con il cancro (sperando che se la cavano …).

Ma questo è niente, perché se poi ci mettete che la luna è propizia ai nati in giugno (sempre che questi non l’hanno storta), che saturno gira ad agosto, che i nati nel segno del leone è meglio se si sposano a febbraio, le vergini faranno ottimi affari a marzo (anche se queste con la scusa che forse la danno, fanno sempre degli ottimi affari in tutti i mesi), partire obbligatoriamente per una splendida vacanza al mare a novembre (nel mese dei defunti!!) per poi ritornare a dicembre quando sarà poi il sagittario a vincere al gioco (la tombolata di Natale?), aspettando giove che entrerà in venere (beato lui!) e mercurio che farà girare le sfere a saturno, naturalmente influenzato dal leone i cui nati nel segno accuseranno problemi alle ragadi contrariamente a quelli nati del capricorno che avranno problemi alla prostata a metà settembre …

Amici cari in mezzo a tutto questo casino cosmico, io vi consiglio fraternamente di chiudere a chiave la curiosità, vivere con consapevolezza e possibile serenità la quotidianità assaporando magari lentamente quei pochi momenti gioiosi, avendo la forza di stringere i pugni ed i denti quando le cose non vanno per il meglio.

Ricordate sempre quella splendida poesia testamento di Kipling

“Se”, dove chiama impostore sia il disastro che il trionfo, perché cari amici comunque vada sarà …IL successo ! Della vita.

Un abbraccio fraterno agli amici del blog …E un ottimo 2019!

Cipriano

Annamaria… a dopo