LA BEFANA DI PIN AND GO

La Befana vien… sul ghiaccio!

La Vecchina portatrice di doni s’infila i pattini

e scivola

al Mediolanum Forum di Assago tra le evoluzioni dei pattinatori di IceLab.

Con Pin and Go e IceLab

una giornata di divertimento e di festa in pista ghiaccio

adatta a grandi e piccini.

 

Se cercate la Befana del 2018, l’occasione per incontrarla ve la suggerisce PinAndGo. La simpatica vecchina portatrice di doni (e talvolta… di carbone) quest’anno è attesa alla pista di pattinaggio sul ghiaccio dell’Area Multisport del Mediolanum Forum di Assago, che accoglie le famiglie per la grande festa dell’Epifania.

Una Befana on Ice, che si destreggerà tra piroette e capriole, per la gioia di tutti i bambini, che adorano la vecchina zuccherosa!

E se la mattina ha l’oro in bocca inutile poltrire nel lettone, vi aspettiamo dalla mattina al Mediolanum Forum, per avere la possibilità di pattinare ammirando e imitando (con moderazione) le evoluzioni dei più bravi pattinatori presentati dalla scuola di pattinaggio IceLab, che si allena nella pista di Assago.

I giovani e promettenti atleti terranno compagnia alla Befana e a tutti i bambini con esibizioni dal vivo, affiancati dai grandi campioni di fama internazionale: Valentina Marchei e Ondrej Hotarek (coppia di artistico) e Charlene Guignard e Marco Fabbri (coppia di danza) Matteo Rizzo singolo artistico, atleti qualificati per i prossimi Campionati Europei, Olimpiadi e Mondiali!!

Si esibiranno inoltre le giovani promesse della scuola IceLab.

Pattini da ghiaccio ai piedi quindi anche per mamma e papà che potranno scendere in pista per mettersi in gioco assieme ai piccoli della famiglia. Niente paura dunque, basterà seguire la Vecchina che per una volta avrà abbandonato la sua scopa e le sue scarpe rotte per venir direttamente… sulle lamine!

Una giornata all’insegna del divertimento perfetta per grandi e piccini.

Dalle 10.00 alle 18.30 del 6 gennaio, giorno dell’Epifania, per concludere in allegria, le lunghe vacanze natalizie, prima del ritorno sui banchi … tutti sui pattini, viva lo sport!

Esibendo la tesserina PinAndGo e per tutti gli atleti di IceLab ci saranno sconti speciali durante la mattinata.

Al pomeriggio per i possessori della tessera di PinAndGo una sacchettina piena di sorpresine in regalo… (fino ad esaurimento scorte).

Pin and Go è il nuovo portale che ci racconta dove andare e cosa fare durante le vacanze, i weekend e i momenti liberi, puntando su valori quali ambiente e cultura. “Quando, dove, come” … a portata di mano e con un semplice click si otterranno numerose e concrete risposte per organizzare al meglio vacanze “intelligenti”, ovvero soggiorni (lunghi o brevi) stimolanti e creativi per la nostra fantasia.

Ufficio stampa PinandGo

Valeria Zanoni

Cell. 393 0552272

[email protected]

Annamaria… a dopo

GREEN CHRISTMAS IN FONDERIA NAPOLEONICA EUGENIA .16 E 17 DICEMBRE 2017

Ritorna l’“eco-mercatino” per grandi e piccini sotto la Madonnina.

Il Natale più “green” di Milano è sempre alla Fonderia Napoleonica Eugenia.

NovitàGreen Christmas 2017 “raddoppia” con un nuovo spazio

dedicato al regalo etnico. E per non perdere lo spirito natalizio una lotteria

 sostiene il lavoro delle donne africane

Per il sesto anno torna Green Christmas,  il mercatino più “eco” di Milano, che si ispira a uno stile di “vita naturale” a 360 gradi. Due giorni per curiosare tra capi d’abbigliamento eco-fashion, oggetti di design bio-ecologico e prodotti bio-cosmetici per fare conoscere alla gente una filosofia di vita “a impatto zero”.

Il periodo pre-natalizio è certamente l’occasione giusta per visitare il  mercatino “green” che sbarcherà a Milano nei giorni 16 e 17 dicembre, presso il suggestivo sito di archeologia industriale della Fonderia Napoleonica Eugenia, nel cuore del vecchio quartiere Isola.

Una location perfetta per un evento interamente “sostenibile” col richiamo alla bellezza e ai gesti antichi della sua storia centenaria di fusioni artistiche, un luogo dove sono state plasmate campane come quella di San Marco a Venezia o i portoni del Duomo milanese.

A passeggio tra gli stand nella fabbrica settecentesca sarà difficile non farsi conquistare dalle diverse proposte eco-fashion adatte a tutte le tasche: abiti e accessori selezionati col criterio della sostenibilità e per gli standard di qualità, stile, creatività e attenzione alla filiera produttiva, con riutilizzo di materiali di recupero o valorizzazione di tecniche artigianali.

Fibre organiche, tinture vegetali, creazioni che esplorano l’anima green della moda per una scelta più consapevole e più rispettosa nei confronti della natura.

Visitando Green Christmas scoprirete che anche la cura del proprio corpo passa per il rispetto dell’ambiente grazie alle linee cosmetiche bio, composte da selezionati ingredienti naturali: così capelli, viso e corpo sono più belli e anche la natura ringrazia. Un ritorno all’autenticità, un invito a prendersi cura di sé in modo semplice, senza artificialità, mirando all’essenza della bellezza.

E per chi non tralascia il tema dello sviluppo sostenibile e del ritorno al naturale nemmeno quando si rifugia nel suo microcosmo domestico, non mancheranno oggetti e piccoli complementi d’arredo a zero impatto ambientale.

Due sono le grandi novità che Green Christmas propone per il Natale 2017: la prima è dedicata all’Africa. Quest’anno i visitatori potranno sostenere attivamente un’iniziativa sociale legata al Senegal: all’ingresso del mercatino sarà possibile comprare al prezzo simbolico di 1 euro un biglietto della lotteria “afro-green” che devolverà il suo intero ricavato all’Associazione “Hair Kitchen 4 Women”, un progetto nato per aiutare le donne senegalesi facendole lavorare la terra coltivando erbe e spezie. Prodotti utilizzati nella cosmesi naturale e nella tintura delle stoffe che le stesse donne poi realizzeranno.

La seconda novità è che Green Christmas… raddoppia! Una “cellula tematica” del mercatino green sarà allestita in una seconda location di archeologia industriale del quartiere Isola, una vecchia officina in via della Pergola 15, a pochi minuti di cammino dalla Fonderia Napoleonica.

Si tratta di uno spazio industriale già adibito ad accademia di capoeira di Angola che si trasformerà nell’esposizione etnica di Green Christmas: artigiani stranieri e italiani appassionati di luoghi esotici allestiranno i propri stand esponendo turbanti, ceste colorate, stoffe variopinte batik, oggetti intagliati nel legno o nell’argilla, gioielli fatti a mano. Un tuffo nel mondo caldo e ammaliante del Sud del mondo: Africa, Perù, ma anche Bolivia e Brasile. Lo battezziamo Green Ethnic Christmas.

Come ogni anno tutti i visitatori di Green Christmas avranno la possibilità (su prenotazione) di visitare lo spazio museale realizzato negli antichi ambienti di lavoro della Fonderia, dove sono conservati documenti, fotografie, strumenti e attrezzature legati alla sua secolare attività fusoria. Per chi poi volesse far giornata tra gli stand sono a disposizione postazioni di street food e bevande calde.

Save the date !!!  Vi aspettiamo !!

Sabato 16 dicembre 2017 h 10:00 – 20:00

Domenica 17 dicembre 2017 h 10:00 – 19:00

Fonderia Napoleonica Eugenia

Via Thaon di Revel 21, 20159 Milano

www.fonderianapoleonica.it

Per info e prenotazioni

cell. 393 0552272

[email protected]

Ufficio stampa

Valeria Zanoni
cell. 393 0552272

[email protected]it

Annamaria…a dopo

LO STUPRO DELL’ANIMA

“Cara donna, a volte ti capiterà di essere troppo donna, troppo intelligente, troppo bella, troppo forte, sempre troppo qualcosa. 
Questo fa sentire un uomo meno uomo e tu comincerai ad avvertire il bisogno di essere meno donna. L’errore più grande che puoi fare è togliere i gioielli dalla tua corona perché un uomo la possa reggere con più facilità. 
Quando ciò accade, bisogna che tu capisca che quello che ti serve non è una corona più piccola, ma un uomo dalle mani più grandi.” 

Dear Woman di Michael Reid



Una riflessione che non vale per tutte le donne ma per molte. L’umiliazione, la denigrazione, il disprezzo, l’offesa, la noncuranza, la trascuratezza fisica e affettiva, i silenzi, l’esclusione dalle decisioni importanti per la coppia, sono tutte forme di abuso psicologico.

Se il tuo compagno o ex tiene nei tuoi confronti anche uno solo di questi comportamenti , prendi coscienza di subire una violenza psicologica e di avere il coraggio di dire basta e ribellarti senza paura.

Non merita perdono chi usa violenza, offende o minaccia perché lo farà sempre. La strada giusta è denunciare.  Chi è colpevole prima o poi paga per ciò che ha fatto.

Annamaria… a dopo

POPOLO MOSO, UN PEZZO DI MONDO DOVE NON CI SONO MARITI E MOGLI

 

 

Una realtà circoscritta ma significativa del popolo Moso. Di fatto andrebbe preso come esempio per evitare i femminicidi , le violenze e comunque sentimenti negativi. Gli uomini Moso le armi le conoscono solo per cacciare e pescare.

Non fingono d’amare, non tradiscono , non conoscono la violenza , la gelosia, il possesso. Insomma un popolo felice . Finito un amore ne arriva un altro, invocandolo con danze e canti.

……avere tempo e soldi ci andrei per luglio prossimo quando appunto si radunano per le danze ma solo per vedere l’effetto che fa.

Esiste un villaggio sull’Himalaya in cui comandano le donne e non esistono i mariti.  Conosciuti anche come popolo Mosuo , sono una minoranza etnica che vive nello Yunnan, una zona sud-occidentale della Cina, ai confini con il Tibet e ai piedi della grande montagna.
In questo villaggio le donne non si sposano mai, ma questo non vuol dire che rinunciano ai figli e alla presenza di un compagno o di un padre. Durante le feste popolari sono le donne a scegliere il proprio partner. Se una ragazza si avvicina ad un uomo e gli solletica il palmo della mano vuol dire che vorrebbe stare con lui. Dopo il breve corteggiamento il prescelto può vivere una notte d’amore con la donna, arrampicandosi sino alla sua finestra.


Lei però potrà cambiare idea sino all’ultimo secondo e l’uomo potrà raggiungerla solo se vedrà una cintura appesa alla finestra, in caso contrario dovrà parlare apertamente con la ragazza per poter prendere accordi. Dopo il parto, i figli rimangono a vivere nella casa della madre, insieme alle nonne e alle zie. Le donne vivono e dormono in stanze private, mentre gli uomini riposano in camerate comuni. Quando una coppia Moso si separa lo fa in modo naturale, senza bisogno di litigi o conflitti a causa della gestione dei figli o della spartizione dei beni.

Il ruolo del capofamiglia è ricoperto dalla donna più anziana, la Dabu, che ha il compito di proteggere e guidare la famiglia. Nonostante sia una società matriarcale, quella dei Moso non opprime gli uomini che, al contrario, sembrano molto felici. Si prendono cura dei figli, ma anche delle sorelle e delle madri, costruiscono le case e le rendono sicure. Tuttavia come tratto da wikipedia è il fratello che viene scelto per essere il rappresentante del clan negli affari esterni, la comunicazione con i vicini, le assemblee e la pianificazione del lavoro degli uomini che sono anche deputati a lasciare i villaggi per recarsi altrove a commerciare, o a macellare il bestiame attività severamente vietata alle donne. In sostanza i Mosuo hanno rigidi ruolo di gender: Le relazioni esterne e il potere sociopolitico rimangono nelle mani degli uomini. Queste ultime caratteristiche impediscono di considerare la cultura Mosuo un matriarcato.Di fatto nei villaggi di questa popolazione c’è una perfetta distribuzione dei ruoli e un bilanciamento delle responsabilità tale da azzerare qualsiasi conflitto possibile.

Per chi volesse approfondire l’argomento consiglio il libro di Francesca Rosati Freeman che ci porta in una dimensione molto particolare, avendo visitato piu’ volte il paese dei Moso, con una ricerca sul campo inerente alla cultura e ai costumi di questa società (quasi) matriarcale

 

Annamaria… a dopo

TEST VELOCE PER SCOPRIRE IL TUO STATO EMOTIVO

Solo due minuti per questo test della personalità, ideato dallo psicologo Pip Wilson che svelerà qualcosa sul vostro stato emotivo e sulla vostra personalità.

Pip Wilson quando creò questo test, come obiettivo aveva di studiare le forme di interazione in un gruppo di bambini della scuola elementare, in Inghilterra. Ma capì subito che lo stesso test avrebbe funzionato anche con gli adulti.

Fare questo test può aiutare a determinare lo stato emotivo e a capire quale posto si occupa in un gruppo o nella società.

Il test è molto semplice: guardate questo albero formato da diversi personaggi e scegliete quello che vi assomiglia di più.

Risultati:

• Se hai scelto le figure 1, 3, 6 o 7: sei una persona risoluta, non hai paura delle difficoltà o degli ostacoli.

• Se ti sembra che le figure 2, 11, 12, 18 o 19 ti assomiglino, allora sei una persona amabile e sempre disponibile.

• La scelta della figura 4 ti descrive come una persona determinata, che vuole raggiungere il successo.

• La scelta della figura 5 significa che spesso ti senti stanco e debole e che hai poca energia per affrontare la vita.

• Se hai scelto la figura 9, sei una persona allegra e amante del divertimento.

• Scegliere la figura 13 o la 21 significa che hai la tendenza ad isolarti, che sei frequentemente ansioso e che stai cercando di evitare le altre persone.

• La figura 8 dice che sogni a occhi aperti, che ti piace stare nel tuo mondo.

• Scegliere la figura 10 o 15 ti descrive come una persona adattabile, soddisfatta della vita che ha.

• Scegliere la figura 14 significa che sei emotivamente esausto. Ci sono buone possibilità che tu stia vivendo un periodo di crisi e confusione.

• La figura 20 è tipica delle persone che hanno un forte senso di se’. Sei un leader nato.

• Se hai scelto la figura 16, sei una persona che supporta gli altri; se invece hai scelto la figura 17, senti che c’è una persona che sta supportando te.

Fonte: detechter.com

Annamaria… a dopo

L’ ANTIPUBBLICITA’

 

Per il buondì Motta pubblicità azzeccata. Il prossimo asteroide colpirà il postino?
Molti sono indignati , invece trovo che un po’ di sana ironia non guasta! Comunque io preferisco pane e caffellatte.

Un suggerimento per le altre aziende …

Annamaria… a dopo

1 SETTEMBRE . INIZIA L’AUTUNNO METEOROLOGICO

1 Settembre, inizia l’autunno meteorologico ed è stato puntualissimo! ( a Milano e in tante altre città)

Se c’è una stagione che amo particolarmente è l’autunno .Specialmente dopo un’estate infuocata, come non mai ,finalmente do il benvenuto al mese di settembre. Anche se porterà pioggia, freddo o un tiepido e timido sole che si confonde col mio stato d’animo mai stabile ma in continuo mutamento. Una perfetta sintonia con la mia anima. Annamaria

Ieri, 1 Settembre 2017, è iniziato l’autunno meteorologico: è convenzione ormai consolidata che il primo Settembre inizi il periodo autunnale, caratterizzato da un generale aumento dell’instabilità atmosferica e da un lento ma inesorabile calo delle temperature.

Rosso, porpora, giallo, mischiati al verde e marrone, anelo ai caldi colori dell’autunno, come una coperta a scaldare i mie sogni, le mie speranze per custodirli per tutto l’inverno. La primavera ne farà buon uno, perchè sboccino d’estate. A l’autunno, sapori che non so scordare, dolci e caldi preludi del prossimo inverno.’ (Stephen Littleword)

L’autunno meteorologico durerà fino all’ultimo giorno del mese di Novembre, quando prenderà il via l’inverno, a partire dal primo Dicembre.

DIFFERENZE TRA AUTUNNO METEOROLOGICO E ASTRONOMICO – Le stagioni meteorologiche vengono fatte coincidere con i mesi interi, a differenza di quanto accade con i mesi astronomici.

L’autunno meteorologico va a mettere fine (almeno a livello di convenzione) ai tre mesi più caldi dell’anno, anche se potranno essere possibili nuove incursioni calde, come accaduto in altri anni.
L’autunno astronomico inizia con l’equinozio d’Autunno  e cade il 22 Settembre.

Fonte Il Meteo.it

Annamaria… a dopo

 

 

PENSIERO POSITIVO

 

Attraverso queste affermazioni positive io sono in grado di innescare fiducia, forza, passione, determinazione e tantissima energia positiva!

 

Si ride, si piange

I racconti di GIUFA’

Giufà e la berretta rossa.

Giufà non aveva nessuna voglia di lavorare, e preferiva l’arte di Michelaccio: mangiare, bere e andare a spasso. Sua madre si infuriava e continuava a ripetergli:

– Giufà, non è questo il modo! Sei uno sfaccendato! Mangi, bevi e poi quel che succede, succede!… Io non ne posso più: o ti vai a guadagnare il pane, o ti butto fuori di casa!

Allora Giufà se ne andò a comprare dei vestiti nelle botteghe del corso. Prese un capo di abbigliamento da un mercante, uno da un altro, e si rivestì di tutto punto. Acquistò anche una bella berretta rossa.

Giufà, che era senza il becco d’un quattrino, non potendo pagare diceva:

– Fammi credito, uno di questi giorni salderò il conto.

Ripeté questa frase a ogni mercante.

Quando si vide ben vestito disse:

– Ah, finalmente ci siamo. Mia madre non dirà più che sono un poco di buono. Ma ora come farò a pagare i negozianti? Mi fingerò morto e starò a vedere cosa succede!

Si gettò su un letto gridando:

– Muoio! Muoio! Sono morto!

Incrociò le mani e irrigidì i piedi.

– Figli! Figli! Che guaio! si mise a urlare sua madre. – Com’è potuta capitare una disgrazia simile! Figlio mio!

La gente, sentendo gridare, accorse a compatire la povera madre. Non appena si sparse la notizia della morte di Giufà, i mercanti andarono a casa sua e nel vederlo morto dicevano:

– Poverino, mi doveva dare sei tarì per un paio di pantaloni che gli avevo venduto… Glieli regalo!

Tutti andarono a omaggiarlo, e così Giufà saldò i propri debiti. Ma quello che gli aveva venduto la berretta rossa, non riuscendo a capacitarsene, continuò a ripetere:

– Di certo io la berretta non gliela lascio!

Andò a rendere omaggio alle spoglie di Giufà, e vide la berretta nuova fiammante che troneggiava sulla testa. Sapete che fece? La sera, quando i becchini andarono a prendere Giufà per seppellirlo, entrò con loro in chiesa senza che nessuno se ne accorgesse.

Dopo un po’ (era all’incirca mezzanotte) entrarono nella cattedrale dei ladri per spartirsi un sacchetto di denari che avevano rubato.

Giufà rimase immobile sul suo catafalco e il mercante si rintanò, senza fiatare, dietro una porta. I ladri sparpagliarono i denari sul tavolo: erano tutte monete d’oro e d’argento (si sa che l’argento scorreva come l’acqua, a quei tempi). Fecero tanti mucchietti quanti erano loro. Restava però un soldo da dodici tarì, e non si sapeva a chi dovesse andare.

– Ora per porre fine alle discussioni disse uno dei ladri – faremo così: tireremo le monete addosso a questo morto, e colui che centrerà la bocca si prenderà il dodici tarì1

– Bene! Bene!

Erano tutti d’accordo. Erano sul punto di iniziare la contesa quando Giufà vedendoli, si alzò dal cataletto, gridando a gran voce:

– Morti, resuscitate tutti!

I ladri fuggirono a gambe levate, abbandonando i quattrini. Appena restò solo, Giufà si precipitò verso i mucchietti di monete. Il mercante, che fino a quel momento era rimasto rintanato nel suo nascondiglio, corse anche lui ad afferrare i denari sul tavolo. Alla fine i due decisero che se li sarebbero divisi a metà: ma restavano cinque soldi. Al che Giufà disse:

– Questi li prendo io!

Replicò subito l’altro:

– No, spettano a me1

– Sono miei i cinque soldi1

– Vattene, non ti spettano. Questi cinque soldi sono miei!

Giufà afferrò una stanga e mentre stava per darla sulla testa del mercante disse:

– Dammi i cinque soldi! Voglio i cinque soldi!

I ladri, intanto, non volendo rinunciare a tutti quei denari, si aggirarono nei dintorni per vedere cosa facessero i morti. Si accostarono alla porta della chiesa: udendo il diverbio e tutto quel gran baccano per cinque soldi esclamarono:

– Accidenti! Chissà quanti morti sono usciti dai sepolcri! Hanno avuto solo cinque soldi ciascuno, e ancora non bastano!

Detto questo, fuggirono a gambe in spalla! Allora Giufà prese i cinque soldi e il sacchetto di denaro, e se ne tornò a casa.

Annamaria…a dopo

ITALIA

Ciao!
Mi chiamo Italia, sono un piccolo Paese nel Mediterraneo, considerato da tutti uno dei Paesi più belli del pianeta.

Per molto tempo sono stato il punto di riferimento della storia, della civiltà, della moda, del design, del lusso, del cibo, della bella vita e chissà quante altre cose di cui, lentamente, mi sono dimenticato.

Posso farvi una domanda? Da Paese a cittadini, in totale confidenza, siate sinceri però almeno con voi stessi: ma non siete stanchi? Non siete stufi?

Quante parole buttate al vento, quante promesse mai mantenute, quanto fiato sprecato e quanta frustrazione.
Io sono vecchio, quello che dovevo dimostrare l’ho dimostrato.

Vi ho fornito i mari più belli, le montagne, le Alpi più invidiate, vi ho dato un terreno fertile, da cui sono nati grandi vini, fonti di acque vendute in tutto il pianeta, verdure e frutta che avete esportato in ogni dove, senza calcolare i paesaggi e gli scorci che pochi altri Paesi nel mondo possono vantare.

Ma non siete stanchi? Non siete stufi?
E come se non bastasse, ho ospitato per svariati millenni, monumenti, artisti, poeti e filosofi che, ancora oggi, vengono citati nei libri di storia in tutte le lingue del pianeta.
Insomma, credo che come Paese vi ho dato tanto, forse anche troppo.

Già… mi sa che vi ho viziato, perché ultimamente non mi sento molto amato.
Come avete fatto a portarmi fino a questo punto?

Siamo passati dall’impero romano a Renzi, da Michelangelo a Favij, da Pirandello a Vendola. Ma fosse solo questo il problema; vi siete fatti intortare così bene da un gruppo di vecchietti millantatori che ormai non avete neanche più il potere di decidere chi vi rappresenta.

Fanno tutto loro, senza chiedervi nemmeno il permesso, siete diventati schiavi dei vostri stessi dipendenti.

Loro rubano e va tutto bene, tu sopravvivi e loro ti puniscono, perché ormai se osi cercare una vita dignitosa, se solo credi di meritarti un lavoro, una casa o addirittura una macchina nuova, loro ti chiedono di giustificare tutto, altrimenti te la portano via e tu non puoi farci una beata fava.

Scusami se uso parole forti, ma è il Tuo Paese che ti parla ed esigo più rispetto per me, ma soprattutto, per Te.
Si, perché, sei Tu il mio vero padrone, non questi cialtroni da quattro lire.

Non dirmi che ti fanno paura! Quattro vecchi, gran parte ignoranti, ti fanno paura?
Ricordati che Io mi chiamo Italia e Tu sei Italiano.

Questa terra l’ha creata Tuo nonno, magari perdendo la vita.
Io sono di Tua proprietà e hai tutto il diritto di riprenderne il possesso.

Te lo chiedo con la mano sul cuore.
Aiutami a splendere di nuovo, non lasciare che questa gentaglia mi riduca ad un piccolo Paese svenduto agli stranieri, maltrattato da chiunque lo venga a visitare, denigrato e schifato da tutti, per colpa di pagliacci che non ci rappresentano.

Riprendi il controllo, riprendi a vivere, riprenditi il Tuo Paese… il TUO Paese.

Firmato: l’Italia.

Cara Italia hai ragione! Purtroppo viviamo in un mondo di pecore che tra un selfie e un F24 non ha piu’ tempo per pensare.Si corre per un concerto di Vasco Rossi ma non per scendere in piazza e far valere i nostri diritti.
Recita una storiella siciliana :quando Dio creò la Terra distribuì bellezze naturali ovunque. Gli Angeli guardarono il risultato e misero subito in guardia Il Creatore: No, così non va bene, hai dato troppe bellezze all’Italia, le altre Nazioni meno fortunate protesteranno e si ribelleranno! Dio trovò subito rimedio per pareggiare i conti creando gli italiani… un vero bestiario: sì, è vero, le pecore sono un problema ma anche le capre non sono da meno, per non parlare degli asini, delle oche, dei serpenti… scarseggiano solo le aquile e prosperano invece ,indisturbati, falchi corvi e allocchi ………….qualcuno dopo aver letto si domanderà : ma Donnarumma rimane al Milan?

Firmato: Annamaria

OROSCOPO E SESSO : IL LATO HOT DEI 12 SEGNI

Annamaria

OROSCOPO E SESSO : IL LATO HOT DEI 12 SEGNI

 

 

Per la serie non è vero ma ci credo…..


Lo Zodiaco entra nell’alcova: muscolare come l’Ariete, romantico come il Cancro, selvaggio come il Leone

Siamo in estate e il caldo alimenta i nostri desideri sessuali e ci vede spesso persi nel fantasticare su quali comportamenti potrebbero avere alcune persone sotto le lenzuola. Quanto sono intraprendenti? Oppure, quanto amano sperimentare nel sesso? L’Oroscopo può farci da guida per scoprire come vive il sesso ciascun Segno Zodiacale. Tra uomini e donne la situazione può essere diversa. Lasciamo che le Stelle soddisfino le nostre piccanti curiosità sessuali.

ARIETE – LUI: In campo sessuale ama mostrare la sua forza fisica, i suoi muscoli. Ha un modo di fare irruento, tende a dominare, ma è molto disinvolto anche nei confronti di donne audaci e intraprendenti. Il suo fuoco è ardente ma, sulla durata, non ci sono garanzie.
LEI: È una donna molto sicura di sé in campo sessuale e, tra le sue forze, rientra sicuramente quella di non temere rivali. Non è molto paziente, è invece molto esigente e non ama perdere troppo tempo nei preliminari. Spesso è lei a prendere l’iniziativa.

TORO – LUI: Nel sesso lui ha bisogno di usare tutti i suoi sensi: la vista per apprezzare le curve della sua compagna, il tatto per sentire il contatto con la sua pelle, l’olfatto per annusarla, il gusto per assaporare i suoi baci e l’udito per sentirla appagata.
LEI: La donna Toro è sensuale, provocante, passionale e carnale. Non si concede subito ma, una volta che lo fa, è pronta a soddisfare qualsiasi voglia e qualsiasi desiderio sessuale del suo partner, pretendendo altrettanto da parte sua. Adora i preliminari.

GEMELLI -LUI: Ama scherzare, anche nel sesso. Per lui è molto divertente scambiarsi i ruoli ogni tanto. Ha bisogno di una partner che sappia giocare col suo corpo ma anche con la sua mente. Via libera a qualsiasi articolo del sexy-shop. Il silenzio non gli piace.
LEI: Parlare di sesso con lei è molto eccitante. Ama sorprendere il partner con proposte bizzarre e altamente erotiche. Non si tira indietro di fronte alle scappatelle. Però, il suo desiderio sessuale non è costante ed è tra le più brave a fingere l’orgasmo.

CANCRO -LUI: È un uomo romantico e anche nel sesso riempie la sua compagna di piccole e tenere attenzioni. Le coccole prima e dopo il sesso per lui sono d’obbligo, non riesce a rinunciarci. Qualche volta ha bisogno di sentirsi rassicurato sulle sue performance.
LEI: Ogni volta che fa sesso con qualcuno, cerca di creare un legame sottile e indissolubile. Ha bisogno di lasciare un forte ricordo di sé. È molto sensuale e femminile, ma non ne è consapevole. Vuole sentirsi desiderata e difficilmente prende l’iniziativa.

LEONE – LUI: La sua natura lo rende sessualmente selvaggio. Non conosce modi delicati o raffinati e vuole far sentire la sua compagna dominata e desiderata. Non ha bisogno di provare emozioni o intesa mentale, per lui il sesso è dettato totalmente dall’istinto.
LEI: Vuole sentirsi dire che è la più bella e la più brava a fare sesso. Ed effettivamente si applica per soddisfare generosamente i desideri del partner. Non ha timore di manifestare le sue voglie più segrete: in lei brucia la passione e ne va ben fiera!

VERGINE – LUI: Può sembrare timido, ma nel sesso non lo è. Se ne parla, nasconde il suo imbarazzo dietro ad una maliziosa ironia. Sa essere molto provocante. È molto attento ai particolari: sono i dettagli che scatenano in lui le voglie e i desideri più proibiti.
LEI: È una donna molto curata nella sua intimità. L’igiene deve stare alla base di qualsiasi sua performance sessuale. Si lascia andare più facilmente al sesso che ai sentimenti. È molto disinvolta e disinibita: sa quello che vuole e sa come chiederlo.

BILANCIA – LUI: Non è un uomo molto intraprendente, ma gli piace parlare e nel sesso chiede apertamente ciò che desidera alla sua partner. Gli piace che sia lei a prendere le redini della vita sessuale. In cambio la riempie di complimenti e parole gentili e sensuali.
LEI: Anche nel sesso sente il bisogno di mettere in mostra la sua bellezza. È raffinata e sofisticata. L’ideale per lei sarebbe non scompigliare i capelli o rovinarsi il trucco. Le foto scattate durante l’intimità col partner la stuzzicano e la eccitano.

SCORPIONE – LUI: Il sesso per lui è tutto. Pensa a quello in ogni momento della giornata. I suoi desideri hanno bisogno di essere soddisfatti sia fisicamente che mentalmente. Nel sesso chiede tutto, ma è pronto a dare altrettanto, con passione avvolgente e intensità.
LEI: Di fronte al sesso non si tira mai indietro e adora eccitare il partner con completini intimi che non lasciano molto spazio all’immaginazione. Una magica intesa sessuale per lei vale molto più di centinaia di mazzi di fiori o dichiarazioni d’amore.

SAGITTARIO – LUI: Vive il sesso con molta leggerezza e difficilmente rifiuta una proposta occasionale, seppur impegnato. Per lui il sesso è fondamentalmente chimica, attrazione fisica. Non ci devono essere complicazioni. È focoso e passionale, intraprendente e audace.
LEI: Non ama perdere il suo tempo in chiacchiere: è una donna passionale e si lascia andare con piacere e intensità ai piaceri del sesso. Non è semplice tenerle testa e spesso è lei a prendere il controllo della situazione, con grande agilità, anche a letto.

CAPRICORNO – LUI: Non è facile comprendere quanto si senta appagato sessualmente. Parla poco e, anche nel sesso, non si perde in frivolezze. È proprio per questo che spesso cerca donne mature e sessualmente esperte. Un eccesso di sentimentalismo potrebbe farlo inibire.
LEI: Spesso accusata di essere una donna fredda, nel sesso dimostra esattamente il contrario. Sa essere molto sexy e provocante. È molto selettiva e quindi è necessario un po’ di tempo e di fiducia prima che si lasci andare totalmente e senza inibizioni.

ACQUARIO – LUI: La sua caratteristica sessuale dominante è l’incostanza. Potrebbe passare da un periodo di intensa attività sessuale a un periodo di totale astinenza, senza alcun problema. Non vuole un ruolo predefinito e gli piace sperimentare spesso nuove posizioni.
LEI: È una donna libera e leggera, anche nelle scelte sessuali. Non teme giudizi e il suo atteggiamento verso il sesso cambia a seconda del partner del momento. Può dare tutto o può non dare niente. Indubbiamente è priva di tabù, ma tiene alla sua privacy.

PESCI – LUI: Nel sesso emerge la sua indole feticista: di fronte ai piedi di una donna rischia di impazzire. È malizioso e, prima di arrivare al sesso, preferisce stuzzicare ed essere stuzzicato dalla sua compagna. Gli piace che sia lei a comandare sotto le lenzuola.
LEI: Le piace fare la geisha e nel sesso è molto generosa e disponibile. Dietro ad una facciata timida ed ingenua, si nasconde una donna maliziosa e disinibita, pronta a soddisfare qualsiasi voglia o desiderio segreto del suo fortunato partner sessuale.

Suggerito da Vicky



Eccovi l’oroscopo 2017 sexy
Vediamo, segno per segno cosa ci rivela l’oroscopo più sensuale che Mysecretcase ha preparato per noi

Ariete 
Anno di (r)ecisioni importanti. Armatevi di forbici (queste) e al momento giusto tagliate i nastri (bondage). Quando? In primavera, quando tutto sarà in fiore, anche i vostri ormoni. Il 2017 sarà tutto una sfida secondo il nostro oroscopo: nuovo amore, nuove pratiche, nuovi giochi… di ruolo


Toro
Casa, lavoro, famiglia, la vostra vita è tutta un cantiere. A partire dal pupo, a cui state lavorando o lavorerete per tutto l’inverno. Mettete a posto i preservativi, è tempo di metter su famiglia. 


Gemelli 
Il 2016 vi ha prosciugato al punto che ora avete la vitalità di un’alga. Vi aspettano 2-3 mesi di stand by bradipesco prima di ributtarvi nella mischia con un’energia mai vista. Coccolatevi a suon di massaggi, creme e piumini per un letargo che quantomeno sappia di SPA. 

Cancro
Mood dell’anno? La sensazione costante che qualcuno stia cercando di mettervela in quel posto. Sovvertite la situazione a vostro vantaggio: dildo strap on, harness e via andare. Oppure assecondate senza troppe resistenze, che male non fa. 


Leone
A voi, la cui ultima vera sfiga è capitata nel 1987, tutto andrà a gonfie vele. Ruggite da leoni ma fornicherete come ricci, a letto, in ascensore, in aereo, nella cabina al mare. Il momento giusto per mettere l’anello al dito. 

Vergine
Per voi è dura, ma nel 2017 dovrete navigare a vista. Riciclate pure l’orrida agenda che vi hanno appena regalato a Natale e lasciatevi trasportare dalla corrente: orgasmi a babordo.


Bilancia
Cambierà tutto, lavoro, casa, amore. Un disastro? No, una nuova occasione per rimettersi in sesto e amare più di prima. Nel frattempo, tanto, c’è Womanizer.

Scorpione 
Mesi di rincorsa prima del grande lieto fine: un pupo, un matrimonio, l’incontro con l’amore della vostra vita. Tutto da agosto in poi, prima saranno tutti preliminari!

Sagittario 
Per voi compagnone trotterellanti in giro per il mondo, sarà stranamente tempo di planning. Stendete le fondamenta per un futuro d’amore, più precisamente un sex pillow a cui aggiungere dildo, butt plug e vibratori. Il 2017 sarà monogamo con variazioni sul tema.

Capricorno 
Siete ad un’estate col botto: trasferimenti anche oltreoceano in nome dell’amore. Fiori d’arancio in vista? Gigli, camelie e fiordalisi, che sempre fiori sono. 


Acquario
Venite da un momento no, ma ora è tutto in discesa. Nuovo amore in vista, per cui, nei prossimi 6 mesi, sarete tutto un bollore. Fatelo strano, fatelo kinky. 

Pesci 

Siete in stallo da diverso tempo, mesi, forse anni. Ve lo si promette da tanto, ma ora è vero: incontrerete un amore nuovo o svolterete con il vecchio, in estate/autunno, la vostra stagione preferita. Avete avuto 6 mesi di tempo per rifarvi il guardaroba (intimo)

Annamaria… a dopo