ONU: Vogliamo che le carceri siriane siano poste sotto la tutela delle Nazioni Unite.

Firmo con la speranza che noi ‘umani’ possiamo impegnarci e stoppare questi orrori!
Purtroppo quanto avviene In Siria è sotto l’indifferenza Europea.


Vuoi vedere l’Italia starsene ferma al Consiglio di Sicurezza ONU mentre degli inermi sono torturati ed uccisi impunemente ogni giorno nelle prigioni siriane ?
Il Rapporto Amnesty attesta l’esecuzione in carcere di oltre 13 mila detenuti in Siria, a pochi chilometri da Damasco ed in territorio governativo. Le esecuzioni sono praticate dopo tortura e dopo processi-farsa della durata di pochi istanti, fatti al solo scopo di evitare future responsabilità in caso di sempre più eventuali indagini internazionali.
Rivolgiamo un appello al Governo Italiano, quale nuovo membro temporaneo del Consiglio di Sicurezza ONU, per indire con urgenza una riunione del Consiglio di Sicurezza e farsi carico di una mozione d’intervento umanitario in Siria.
Chiediamo un controllo internazionale sulle carceri Siriane, in primis quella di Saydnaya oggetto dei barbari massacri. Chiediamo che le carceri siriane siano immediatamente poste sotto la tutela dei CASCHI BLU delle Nazioni Unite.
L’ONU ha diritto d’esistere soltanto se mantiene fede alla propria Carta dei valori, primo tra tutti salvaguardare i diritti universali degli individui, ovunque essi siano.
Non rendere l’Italia partecipe di questa ignominia.
Se sei d’accordo con noi, FIRMA IL NOSTRO APPELLO PERCHÉ L’ITALIA SI FACCIA PROMOTRICE DI UN IMMEDIATA TUTELA UMANITARIA DEI CASCHI BLU ONU NELLE CARCERI SIRIANE!
Questa petizione sarà consegnata a:
Presidente del Consiglio dei Ministri
Paolo Gentiloni
ONU
Governo Italiano

Fabrizio Cugia  Italy

firma la petizione

 

 

Annamaria… a dopo