UN EDEN VISSUTO SOLO IN PARTE

Una delle tante poesie scritte da Enzo…in attesa di pubblicarne una nuova, molto presto.

In bocca al lupo caro amico (sei una roccia!) e collaboratore, prezioso!!

  

Passeggiavamo al limite di un precipizio
La luce ribolliva in fondo, in sinergia
Con palpiti silenziosi e improvvisi
Di entrambi i cuori
Osavo spingerti di spalla
Verso un firmamento rosa
Ma
Scivolasti giù nel precipizio
Tesi la mano per evitarti il vuoto
Il mio braccio poderoso
E la mia mano prodiga di carezze e fremiti
Ti sorreggevano all’ insegna della speranza
Al pari della fiamma di una scarna candela
Che tenta  di sconfiggere le ombre
Con insolito coraggio:
e fu un inutile amore, un amore sconfitto
sicché la mia pelle risuona ancora
col calore, il silenzio e la magia
di un Eden vissuto solo in parte.

Vincenzo Liberale

LA SCIENZA DEL RIMORCHIO: 10 CONSIGLI SEMISERI PER ESSERE IRRESISTIBILI

Forse non lo sapevate ma… un sorriso al momento sbagliato può rovinarci irrimediabilmente l’approccio.
Oppure, frutta e verdura possono diventare ottime armi di seduzione.
Focus dal mondo della ricerca ha raccolte almeno 10 atteggiamenti e comportamenti, particolarmente graditi ai due sessi.

 E se funzionano davvero…. beati voi…(fatemelo sapere)

 

1. LAVATEVI I DENTI!
Vi lavate i denti prima di un appuntamento? Fate bene, parola di scienziato. Secondo uno studio condotto dagli psicologi degli atenei di Leeds e del Central Lancashire (Regno Unito), i denti, nell’uomo, sarebbero l’equivalente della coda piumata dei pavoni, cioè un indicatore dello stato di salute fisica e genetica che aiuterebbe nella selezione del partner.
Tutto sui luoghi comuni dell’amore: il vero e il falso

2. UNA MELA AL GIORNO, LEVA IL TERZO INCOMODO DI TORNO
Lo dicevano le nonne, lo conferma la scienza: per una pelle sana e luminosa mangiate più frutta e verdura. Secondo uno studio dell’Università di St. Andrews (Scozia) e pubblicato su PLoS ONE, il consumo di frutta e verdura influirebbe direttamente sui colori della pelle, in particolare sulle tonalità del rosso e del giallo.
Non solo: i pigmenti contenuti in questi alimenti avrebbero anche un benefico effetto antiossidante che migliorerebbe la tonicità dei tessuti.

3. FATE FINTA DI NIENTE
In amore vince chi fugge: lo conferma uno studio condotto da un gruppo di psicologi di Harvard e della University of Virginia secondo il quale le donne trovano più attraenti gli uomini che non si dimostrano troppo interessati a loro.
Secondo la ricerca le donne pensano ad un uomo molto di più quando sono insicure di ciò che lui prova nei loro confronti. Insomma, il consiglio per gli uomini è quello di creare attorno a sè un alone di mistero e non tempestare l’oggetto delle proprie attenzioni di mail, SMS, telefonate.

4. METTETE IL ROSSETTO (E DIMENTICATE LA PERMANENTE)
Vi siete mai chieste se il tempo passato sotto le mani del parrucchiere sia effettivamente ben speso?
Un team di ricercatori dell’Università di Manchester ha analizzato le zone del volto femminile su cui si sofferma maggiormente lo sguardo degli uomini, scoprendo che l’area più osservata è quella della bocca: sulle labbra, soprattutto se colorate di rosso, i maschi indugiano per ben 7 secondi contro gli 0,95 spesi sui capelli e gli 0,85 dedicati agli occhi.

5. FATE CRESCERE LA BARBA (MA ANCHE NO)
Secondo Darwin, negli uomini, la barba si è evoluta perchè le donne hanno sempre preferito i maschi dal volto peloso, considerandoli più attraenti, forti e virili.
Eppure uno studio condotto a Oxford nel 2011 sembra smentire questa affermazione: le donne coinvolte nella ricerca hanno dimostrato una spiccata preferenza per i maschi ben rasati e con il volto pulito.
Secondo i ricercatori la barba, pur aumentando lo status sociale percepito dell’individuo, conferirebbe un aspetto eccessivamente aggressivo e farebbe sembrare anche più vecchi.

6. VESTITEVI COSÌ (CON UNA T SULLA MAGLIETTA)
Anche l’occhio vuole la sua parte e le donne prediligono i maschi con petto possente e spalle larghe. Per raggiungere questo obiettivo ci sono due possibilità: la palestra oppure indossare una maglietta con una grande T maiuscola stampata sopra.
Lo conferma un curioso studio condotto dagli psicologi della Nottingham Trent University (Regno Unito): il 12% delle donne che hanno partecipato ai test ha giudicato gli uomini che indossavano questa maglietta più seducenti.
Ma attenzione alla stampa: se la T viene riprodotta al contrario i sex appeal di chi la indossa crolla, perchè le spalle si stringono e i fianchi si allargano.

7. EVITATE LA VOCE ALLA MARIA DE FILIPPI
Avete sempre pensato che una voce roca e bassa sia un’ottima arma di seduzione? Siete fuoristrada. Sembra infatti che gli uomini prediligano le donne con una voce alta e squillante perché, inconsciamente, la assocerebbero a una corporatura più esile e minuta. Lo afferma una ricerca dello University College London e pubblicato su PlosOne.

8. SORRIDETE (SE SIETE DONNE)!
Non siate musone: se volete attrarre l’uomo dei vostri sogni… sorridete. Una ricerca condotta dagli psicologi della University of British Columbia e apparso sulle pagine di Emotion Showed dimostra che nelle donne la felicità è l’emozione più seducente. Secondo gli scienziati basta un sorriso perchè gli uomini trovino una donna più attraente.

9. NON SORRIDETE (SE SIETE UOMINI)!
Lo stesso studio afferma però che le donne preferiscono i maschi con un aspetto serio e tenebroso: le intervistate hanno dichiarato che negli uomini la felicità è l’aspetto emotivo meno sexy. Questo spiegherebbe perchè alcune donne rimangono particolarmente colpite dai “bad boys”.
Occorre comunque sottolineare che la ricerca si è soffermata sull’attrazione sessuale: ciò non significa che un uomo allegro e divertente non possa essere il candidato ideale per una relazione di lungo periodo.

10. NON STRESSATEVI!
L’uomo perennemente impegnato e stressato non cucca: secondo gli scienziati della University of Abertay Dundee (Scozia) le donne prediligono i maschi con bassi livello di cortisolo, l’ormone dello stress, perché sarebbero maggiormente in grado di dominare le situazioni critiche.
Secondo gli psicologi questa sarebbe considerata una caratteristica positiva da tramandare alla prole.

Annamaria… a dopo

LUCE/GAS “LIBERO MERCATO OBBLIGATORIO”- Paderno Dugnano, falsi contratti e volture sospette

LA TRUFFA INFINITA O…? Aggiornamento ad oggi 18/10/2018 dal gruppo facebook “TRUFFA CONTRATTI ENERGIA ELETTRICA”

https://www.facebook.com/groups/715261632151818/

Dopo qualche giorno di silenzio, rieccomi nuovamente a scrivere. Sembrava che tutto stesse rientrando nel migliore dei modi e invece,no. Non è così! E’ stato scritto che c’è anche un gruppo aperto su whatsapp per le persone che vogliono aderire legalmente (la cosi detta class action).

Nessun conflitto con questo gruppo, come qualcuno ha insinuato. Siamo tutti coesi a difendere i nostri diritti di consumatori bistrattati.
Dicevo che sembrava quasi risolta la situazione, (fornitura non pagata e rientro con il precedente gestore) dopo l’incontro con i 3 responsabili Eni ,nel nostro comune di Paderno Dugnano. Invece è sorto un altro problema e questa volta con Enel-sen.
In questi giorni c’è un rimbalzo di informazioni da fare invidia ai vari tg nazionali.
Gi operatori Eni riferiscono che la pratica di rientro con il vecchio fornitore è quasi conclusa con le condizioni economiche e contrattuali previste nel contratto precedente alla data di attivazione contestata e senza alcun onere aggiuntivo relativo alla esecuzione del contratto. 
Gli operatori Enel-sen, riferiscono, anche loro, che la pratica di rientro è quasi perfezionata ma…la prima bolletta verrà fatturata come SECONDA ABITAZIONE . Cioè alla stessa maniera dei FALSI CONTRATTI Eni.
E qui sorge spontanea la domanda: che abbiamo fatto di male per meritare ancora questo?
…No scusate, la domanda è : dal momento che si tratta di un RIPRISTINO ,rimessa in uso di un contratto alle vecchie condizioni, perchè Enel-sen chiede, attraverso un modulo che verrà spedito insieme alla prima bolletta (che intanto devi pagare maggiorata) di autocertificare che si tratta di prima abitazione e in seguito ottenere il rimborso? Ahhhh saperlo!!! Ma dovranno dare una spiegazione, soprattutto alla sciura Carlina di anni 79!

Anna Maria

In seguito a quanto vi ho già esposto in questo articolo, ci sono stati degli sviluppi. Grazie al quotidiano “Il Giorno” ho avuto modo di  raccontare la mia esperienza e di tanti altri miei concittadini, tutti truffati da Eni.

Riporto qui l’articolo ma anche il link del gruppo “dei truffati”

https://www.facebook.com/groups/715261632151818/

Paderno Dugnano, falsi contratti e volture sospette

La truffa dell’energia elettrica: almeno 50 cittadini hanno cambiato gestore senza però saperlo

di MARGHERITA ABIS

Pubblicato il 

Annamaria Merluzzi, vittima della truffa

Annamaria Merluzzi, vittima della truffa

Paderno Dugnano (Milano), 19 agosto 2018 – Sarebbero oltre cinquanta i padernesi che hanno subìto una truffa sulla fornitura di energia elettrica. Nelle ultime settimane, tantissimi cittadini hanno denunciato il fatto. Decine di persone, senza averne fatto richiesta, avrebbero ricevuto la disdetta da parte del loro precedente gestore e la voltura con un nuovo fornitore, Eni. La prima ad aver lanciato l’allarme è stata Annamaria Merluzzi. «Avevo un contratto con Enel Servizio Elettrico Nazionale – racconta –ma ho ricevuto da parte loro un’ultima fattura con la dicitura “chiusura contratto”. Mi sono allarmata e ho contattato Enel per chiedere spiegazioni. Mi hanno risposto che risultava fossi passata ad altro gestore».

La donna ha iniziato a documentarsi e ha scoperto di non essere la sola in quella situazione. «Ho scritto su un gruppo Facebook di Paderno e ho ricevuto oltre 300 commenti al mio post, tantissimi raccontavano esperienze praticamente identiche alla mia. Saranno tra i 50 e i 70 i padernesi truffati». Così come le altre persone coinvolte, Annamaria ha scoperto di essere finita sotto la gestione di Eni. «Ho chiamato Eni e il mio nominativo risultava tra quelli dei loro clienti. Mi hanno anche inviato il contratto che avrei sottoscritto. C’è il mio nome, ma i dati sono tutti sbagliati, ed è apposta una firma falsa. Io sono sicurissima di non aver mai richiesto nessuna voltura».

La signora ha deciso quindi di prendere in mano la situazione e di creare il gruppo Facebook «Truffa contratti energia elettrica», che in pochi giorni ha raggiunto più di 100 membri. Tutti sono residenti a Paderno, tutti raccontano la stessa storia, dandosi supporto reciproco, e tutti stanno pensando di procedere per vie legali. I contratti fasulli risultano stipulati tra marzo e aprile. «Ho sporto denuncia ai Carabinieri – spiega Annamaria – e loro ci hanno suggerito di intraprendere una class action». Uno dei sospetti, che aleggia tra le persone truffate, è che un agente esterno ai fornitori energetici possa aver passato i nominativi per ottenere provvigioni.

Da Eni si dichiarano totalmente estranei ai fatti. «Abbiamo avviato tutte le verifiche necessarie e riporteremo al vecchio fornitore i clienti che non hanno deliberatamente sottoscritto un contratto con Eni Gas e Luce, come nel caso della signora Merluzzi. Abbiamo intensificato le attività di controllo sui contratti e attivato il nostro servizio clienti per gestire questi disconoscimenti nel modo più rapido possibile e le azioni sugli agenti. Ricordiamo inoltre che è attivo il nostro call center per ottenere tutte le informazioni a supporto dei clienti e invitiamo tutte le persone coinvolte a contattare il nostro contact center via Facebook, chat o telefono per controllare lo stato del contratto e avviare le pratiche per il ritorno al fornitore di provenienza», riferisce un portavoce Eni Gas e Luce. «Non sappiamo cosa sia successo, ma ciò che è certo è che vogliamo andare in fondo a questa storia», conclude la padernese.

di MARGHERITA ABIS

LUCE/GAS “LIBERO MERCATO OBBLIGATORIO” articolo pubblicato il 12-08-2018

Certo che ci  voleva un vero genio per inventare un tale ossimoro.

Recentemente ho scritto un post su facebook, in un gruppo della mia città, segnalando quanto mi sta succedendo con la bolletta della luce di luglio Enel- Servizio elettrico nazionale.

Giusto per sapere se oltre me ci fossero altre persone vittime di questa che io chiamo “truffa tutelata”, a tutti gli effetti.
Con mia grande sorpresa scopro che siamo davvero in tanti e ogni giorno, purtroppo, il numero aumenta.
In breve ho raccontato che nell’ ultima bolletta di Enel, oltre a leggere una cifra bassissima da pagare, noto anche la scritta “chiusura contratto “.

Telefono tempestivamente all’ Enel per avere spiegazioni e con mia grande sorpresa mi sento dire che ho cambiato gestore.

Resto basita perché non ho mai fatto nessun passaggio, non ho risposto a nessun operatore al telefono, non ho aperto la porta a nessuno e tanto meno firmato nessuna carta . Dunque non ho nessun contratto in mano e non ho mai firmato una beata m….

Inoltre, come suggerito sempre dall’ operatore, mi rivolgo allo “sportello del consumatore di energia e ambiente” e scopro che il mio attuale fornitore è Eni che disconosco, ovviamente.

Telefono a Eni e un operatore, dopo avermi chiesto il codice fiscale, mi conferma che son passata con loro. Come, quando e perchè non si sa…

Ho notato anche un certo imbarazzo da parte dell’operatore nel comunicarmi il mio domicilio che infatti era errato.

Mi rimane decidere se fare il rientro in Enel oppure rivolgermi ad un gestore di fiducia. Opto per la seconda soluzione perchè non trovo corretto passarmi ad altro fornitore a mia insaputa, anche se dicono che non sono tenuti a verificare.Nel frattempo è notizia di qualche giorno fa   che c’è stato un prolungamento al 2020 e non piu’ 2019 per l’obbligo verso il mercato libero.

A mio parere questi contratti fasulli ( a quanto pare in maggioranza Eni ) dove l’unico dato certo che hanno per fare un contratto  è nome e cognome del malcapitato “consumatore” , io in primis, sono azioni aggressive per farci anticipare il passaggio al mercato libero, nonostante o per colpa dei vari prolungamenti che sono susseguiti alla scadenza. Mi sorge il sospetto che tutti questi passaggi di gestione (a nostra insaputa) siano stati fatti subito dopo le elezioni politiche di marzo, come confermano anche alcune testate online.

Perchè?… Perchè una delle battaglie di m5s era mantenere il mercato tutelato e infatti il prolungamento al 2020 lo conferma….? A pensar male si fa peccato ma alle volte ci si indovina.
Ad ogni modo le liberalizzazioni ,se ben gestite, portano benefici. Rispettando e tutelando il cittadino che non è solo un “consumatore!”

Maggiori info per contratti non richiesti cliccare qui https://www.guidafisco.it/contratti-luce-gas-falsi-recesso-reclamo-1432

Annamaria…a dopo

CALDO INNATURALE? CLIMA ARTIFICIALE

 1000289_168531366658262_554727685_n

 

 di Gianni Lannes

Oggi per modificare il tempo meteorologico basta un telecomando bellico, vale a dire un riscaldatore ionosferico. Fantascienza? Macché: è una macchina brevettata negli Stati Uniti d’America, ormai da anni. Il termometro è sempre più incandescente?

 10676_808062759256802_59538324191293645_n+(2)

Italia: scie chimiche rilasciate dalla Nato sui centri abitati

Una cosa è certa: la Natura non c’entra, piuttosto i disumani in divisa e doppiopetto hanno fatto impazzire il clima con esperimenti segreti di ogni genere. Il cielo d’Europa è una camera a gas.

 IMG00001-20130107-1323

Milano: scie chimiche NATO

Ma ecco cosa propina la disinformazione ufficiale nei tempi correnti:

«Meteo: il giorno più caldo, temperatura percepita oltre i 45°C. L’anticiclone Nord-africano si sta facendo pesantemente sentire. Caronte è arrivato in Italia e si sente. E’ il più temibile anticiclone Nord-africano tipico delle aree desertiche: sulle nostre regioni fa e farà sempre più caldo, con afa via via più intensa e temperature che toccheranno anche i 41°C, sabato 18 e domenica 19, soprattutto a livello locale, sulle zone interne del Centro-Sud. Da quando esistono le misurazioni sistematiche meteo luglio 2015 è stato registrato come mese più bollente in assoluto: ovvero, mai così da 150 anni. Per oggi venerdì 17 luglio il cielo è previsto sereno, le temperature massime saranno comprese tra 33-40°C.  La temperatura percepita raggiungerà punte oltre i 45°C. Il caldo intenso durerà per molti giorni, almeno fino al 22 luglio. All’inizio della prossima settimana la conseguenza di questa calura si trasformerà in “hot storm” ovvero una violenta tempesta di nubifragi, temporali e possibili tornado».

 chemtrails

Italia: scie chimiche quotidiane rilasciate da velivoli militari Nato sotto mentite spoglie

In Veneto proprio di recente, ossia l’8 luglio 2015, si sono visti i traumatici effetti sul territorio e sulle persone, dal passaggio di un improvviso cataclisma sotto la regia della Nato, evidenziato da un bombardamento elettromagnetico. Se pensate che l’immagine ritratta nella foto seguente sia acqua di colonia, allora avete un destino segnato da cavie, perché oltretutto i lacché al servizio del potere vogliono farvi credere di non essere in grado di discernere la realtà.

 cb+3

 Italia: scie chimiche rilasciate dalla Nato sui centri abitati

Per la cronaca ignorata dai più: il 19 luglio 2001, Berlusconi e Bush hanno firmato un accordo segreto per la sperimentazione climatica, e così tutte le altre ex nazioni aderenti all’Unione europea.

Esattamente nel 2002, a livello generale e sistematico è stata avviata in Europa dalle forze militari del patto atlantico coadiuvate dalla Nasa, l’aerosolchemioterapia bellica. Di conseguenza, nell’estate del 2003 l’Europa è stata colpita da una massiccia ondata di caldo, la quale raggiunse il suo apice nei primi quindici giorni di agosto. Questo fenomeno fu eccezionale sia per la durata che per l’intensità; in effetti numerosi record di temperatura furono battuti in diverse città europee. Questa canicola seguì ad una primavera ed un inizio dell’estate particolarmente siccitosi. In alcuni staterelli, come la Francia o il Portogallo, le conseguenze sugli ecosistemi, la popolazione e le infrastrutture provocarono anche una crisi politica. In Italia fedele colonia a stelle e strisce dal 3 settembre 1943 (armistizio di Cassibile), dove le temperature furono per settimane intorno ai 40 gradi centigradi in numerose città, secondo l’Istituto nazionale di statistica le morti durante l’estate del 2003 furono 18.000 in più rispetto all’anno precedente, e così pure in tutti gli altri paesi del vecchio continente.

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1994/01/19/094G0049/sg

L’Italia, d’altronde, è stato il primo luogo al mondo dove la Nasa ed il Max Planck Institute nei primi anni ’60 hanno sparso il tossico bario nell’aria della Sardegna, tanto per vedere l’effetto che fa. E non certo a caso, il governo italiano aveva previsto e programmato tutto con la legge 5 gennaio 1994, numero 36, che all’articolo 2, comma 2 recita:

«… è adottato il regolamento per la disciplina delle modificazioni artificiali del ciclo naturale dell’acqua».

Ma ecco quello ha scritto e pubblicato un generale dell’Aeronautica militare italiana nel 1963:

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2015/01/scie-chimiche-laeronautica-militare.html

Poi non vi lamentate se l’afa dà alla testa. In fondo, non vi ribellate, ma al massimo mugugnate. A proposito: la guerra del terzo millennio si combatterà per accaparrarsi l’oro blu, visto che quello nero è in fase di esaurimento avanzato.

 

riferimenti:

http://www.youreporter.it/video_SPECIALE_Tornado_in_Veneto_8_luglio_2015_i_video?refresh_ce-cp

https://www.youtube.com/watch?v=4IAM76UMSS4

http://www.earth-policy.org/plan_b_updates/2006/update56

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16088043

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=557

http://www.wetterzentrale.de/archive/ra/2003/Rrea00120030806.gif

http://www.wetterzentrale.de/archive/ra/2003/Rrea00220030806.gif

http://www.invs.sante.fr/publications/2003/bilan_chaleur_1103/vf_invs_canicule.pdf

https://scholar.google.com/scholar?q=aerially+dispersed+chemicals&hl=it&as_sdt=0&as_vis=1&oi=scholart&sa=X&ved=0CBsQgQMwAGoVChMIyeP7_vnhxgIVgQssCh2XsgmD

http://svinet2.fs.fed.us/fire/publications/aviation/fed_aerial_ff_assessing_safety_effectivenss_brp_2002.pdf

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/04/scie-chimiche-le-prove-scientifiche.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2015/07/anno-2002-le-prime-scie-chimiche-segrete.html

 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/02/nasa-gli-esperimenti-che-hanno-fatto.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/04/scie-chimiche-laccordo-segreto-dei.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=riscaldatore+ionosferico

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2015/07/terra-muta.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=clima

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=max+planck

Annamaria… a dopo

QUANDO I BRUTTI PENSIERI CI ASSILLANO

di Enzo e Ducky

Enzo: I pensieri…Duc, i pensieri…

Ducky: Che hai prof? Io non riesco a prendere sonno da un po’ di tempo. Ma tu stanotte sbuffavi…soffiavi.

Enzo : Con una folla di persone assalivamo una banca… io picchiavo con un randello il direttore. Improvvisamente è arrivata la polizia; mi hanno ammanettato e spinto sul cellulare; un poliziotto mi ripeteva “ti farai 30 anni di galera”…poi mi sono svegliato e ho sentito una specie di crampo alla gamba destra.

Ducky: Era il calcetto che ti ho dato.

Enzo: La sensazione di paura…che pensieri! Non farlo più però.

Ducky: Eh…timori…pensieri, te ne potevi fregare!

Enzo: I pensieri quando vengono vengono. Sono come chiodi ficcati in testa. Ti vengono i pensieri di ogni specie, specialmente quelli brutti. Ne vogliamo disquisire, Duc?

Ducky: Caspita, hai scelto proprio un bell’ argomento. Comunque, ok. Lo faccio perché sono il tuo Alter-Ego.

Enzo: “Non sono come dovrei essere”, “Gli altri sono meglio di me”, “Faccio solo errori”, quante volte immaginiamo e la mente sembra bloccata su pensieri negativi.

Ducky: Diciamo spesso così.
Enzo: Ciò però non ci aiuta a migliorare, anzi.

Ducky: Gli psicologi cosa dicono?

Enzo: Ci mettono in guardia: dicono che questi pensieri, che loro chiamano “disfunzionali”, sono velenosi per la nostra mente. A volte diciamo “tanto non c’è soluzione” , “ è’ inutile andare avanti”. Queste frasi sono pericolose e autolesionistiche.

Ducky: E allora?

Enzo: Non bisogna dirle, perché generiamo pensieri rigidi, alcuni dei quali sono pericolosamente “tossici” per la nostra stabilità mentale. Secondo la dottssa Sabrina Cattaneo, psicoterapeuta comportamentale ecco i 10 pensieri TOSSICI:

01- Paragoni continui
“Il mio vicino di casa ha un auto lussuosa e fa vacanze da sogno mentre io no”. Paragonarci agli altri, sentendoci inferiori, invidiosi o perdenti, fa male e non serve a nulla. Con il tempo questi paragoni possono influenzare portandoci alla depressione.

02- Catastrofizzare
Consiste nel pensare che un evento avrà conseguenze ben più gravi di quelli reali. Vostro figlio incespica e si sbuccia un ginocchio e voi vi angosciate: Oh Dio, esce del sangue, ci puo’ essere l’infezione…si può anche morire. Esagerare eventi negativi porta tristezza, ansia e disperazione.

03- Personalizzare
E’ la tendenza a pensare che da noi dipende ogni insuccesso. O che siamo sempre al centro dell’attenzione. Esempio: Stamattina Stefano non mi ha salutato. Sicuramente ce l’ha con me. Significa che tendiamo a prenderci la responsabilità di tutto, stando male inutilmente prendendoci il senso di colpa.

04-Tendenza a giudicarci troppo rigidamente
Significa che recriminiamo su troppi errori o mancanze. A volte poi ci poniamo regole troppo ferree, ad esempio: “Devo comportarmi bene ed essere sempre approvato dagli altri altrimenti sono un incapace”.

05- Generalizzare
Avviene quando arriviamo a conclusioni generali in modo arbitrario. Ce l’hanno tutti con me; le donne sono tutte uguali. Evitiamo di generalizzare^.

06- Denigriamo sempre
Parliamo male avendo scarsa autostima di noi stessi o di altre persone dicendo “I miei collaboratori sono tutti incompetenti.” Per alcuni (Alfred-Eldy) è impossibile vivere senza criticare gli altri: questo pero’ è un segno di malessere visto che la critica implica insoddisfazione.

07- Non considerare i nostri pregi
E’ un errore non vedere i nostri pregi o sminuirli. E’ sbagliato dire: “Sì, abbiamo vinto ma gli avversari erano delle schiappe.

08 – Ragionamento emotivo
Crediamo che qualcosa sia vero solo perché “sentiamo una emozione”, ignorando le evidenze cioè il fatto positivo.

09 – Pensiamo in negativo su un avvenimento certo
Alla conferenza mi impappinerò e non riuscirò a parlare. Ad un incontro di tennis mi lamento dicendo: “Sicuramente perderò l’incontro, assumendo un atteggiamento insicuro in partenza. Certamente però gli intelligenti hanno più strumenti psichici e questo è un punto a loro favore: ricordate questo suggerimento: quando si comprende meglio il problema, la soluzione è più facile.

Ducky: Madonna santa, Prof Enzo, ma non bisogna estremizzare; se uno ha tutti questi pensieri “TOSSICI” deve fissare un appuntamento con uno psicologo…ha bisogno di cure…ti sembra?

Enzo: Sembra anche a me. Forse in qualche social di tua conoscenza è presente qualche “tipo” o “tipa” bisognoso di qualche terapia. L’interrogarsi, il voler capire, l’approfondire possono portare a non chiudere mai il ragionamento. Secondo lo psicologo americano Daniel Coleman, che suggerisce di concentrarci sulle emozioni, evitando la rigidità dei pensieri analitici e razionali che ci impediscono di guardare ai problemi da punti di vista alternativi.
Quando infatti pensiamo in modo troppo razionale apriamo la strada alle ossessioni.

Ducky: Siamo ricchi di problemi che ci intossicano l’esistenza. Ma non tutti riescono a fronteggiarli. Quando qualcuno già attanagliato da problemi sociali viene trafitto da un lutto di una persona di ineffabile valore e sentimento umano è costretto ad un lungo tempo di penosità di lacrime. E la parola consolatrice sembra perdere consistenza. Purtroppo con la angoscia nel cuore bisogna “CONTINUARE A VIVERE” e a Te carissima Annamaria dico “porta sempre con te le gioie, le tristezze, le lacrime, le carezze e i più teneri e dolci ricordi di Tua Madre che ora ti vuol bene da Lassù.
Come io porto i miei di Mia Madre

Font: Airone

Annamaria… a dopo

CONSIGLI UTILI

 

Per togliere le macchie difficili dalle posate d’acciaio passatele con un po’ di polvere di bicarbonato, quindi risciacquatele. Se dovete eliminare la ruggine, ungere le posate d’acciaio con un filo di olio d’oliva. Fatele riposare per una decina di minuti, quindi lavatele come fate di solito.

Per inamidare i tessuti durante la stiratura mescolate un cucchiaio di amido in polvere in 1/2 litro di acqua fredda. Versate l’appretto fai da te in un contenitore a spruzzo ed agitate bene prima dell’uso.

Per pulire l’interno del frigorifero utilizzate acqua calda ed un po’ di detersivo per i piatti oppure del detergente con ph neutro. Fate lo stesso con tutte le parti asportabili (ripiani, cassetti e divisori), poi risciacquate e asciugate con un panno.

Fate raffreddare bene le verdure cotte, poi riponetele in sacchetti per il congelatore (oppure in contenitori sottovuoto). Non riempite troppi sacchetti di plastica e chiudeteli bene evitando che rimanga aria all’interno. Scrivete contenuto e data di confezionamento su ogni sacchetto di plastica.

Quando dovete pulire un vaso laccato non usate lai l’acqua perché lo rovinerebbe. Inumidite due cucchiai di farina con qualche goccia d’olio e passate la “crema” sulla superficie. Dopo qualche minuto eliminatela con un panno morbido: il vaso tornerà splendente.

Riempite dei sacchettini di tela con il riso e riponeteli negli armadi. Il riso assorbe l’umidità evitando che si formi la muffa e che gli abiti prendano un cattivo odore.

Chi soffre di mal d’auto può ovviare a questo problema bevendo un infuso di melissa e menta mezz’ora prima di partire. È utile anche portare con sé un mazzettino di prezzemolo da annusare più volte durante il viaggio.

Per evitare che i vostri quadri lascino degli antipatici segni sulle pareti di casa, teneteli distanti dal muro attaccando sul retro delle puntine da disegno.

Non acquistate gli stracci o i panni per pulire ma cercate di ricavarli da ciò che già avete in casa. Un maglione infeltrito, per esempio, è ideale per lucidare i pavimenti dopo aver passato la cera. Eliminate le maniche, riducetelo a misura di scopa, rifinitelo a mano lungo i bordi per evitare che perda pelucchi qua e là ed ecco preparato un morbido panno capace di “accarezzare” i vostri pavimenti. Gli scarti delle lenzuola e delle camicie (senza bottoni) sono utilissimi per eliminare la polvere. Tagliateli a misura e rifiniteli con uno zig zag lungo i bordi per evitare che lascino sui mobili fastidiosi pelucchi. Gli asciugamani che hanno fatto il loro tempo sono ottimi per togliere grandi quantità di polvere e per lucidare i mobili.  Le retine in cui sono vendute le arance, i limoni e anche le patate si trasformano in spugnette leggermente abrasive, consigliabili anche per pulire le delicate pentole antiaderenti.

Annamaria2

PER GLI ELDYANI

scritto da francesca il 3 10 2018 DAL BLOG INCONTRIAMOCI
Cari amici vi comunico che, purtroppo, non mi è più possibile entrare in Eldy. Sono stata bloccata e quindi fintantoche perdurerà questa situazione non potrò pubblicare articoli. Queste righe le sto scrivendo dallo smartphone ma voi capite che è impossibile pubblicare post con foto, immagini e quant’altro, attraverso un telefonino cellulare. E’ molto spiacevole questo fatto e me ne dolgo soprattutto per chi, e siete tanti, amava leggere e commentare. Confido nella buona risoluzione del problema purchè avvenga il più presto possibile. Nel frattempo vi abbraccio tutti e vi penso con affetto. Francesca

Molti eldyani sanno bene che non corre buon sangue tra me e la Franci. Però devo darle atto che ha pienamente ragione. Come puo’ gestire un blog da uno smartphone? Non si puo’ impedire all’utente l’accesso. Anche se fosse un guasto tecnico dovrebbero, anzi devono, informare l’interessata/o.

Questo accade con persone che dimostrano poca serietà, come ho sempre ribadito nei confronti di eldy.

Ribellatevi, quei pochi e fedeli rimasti, concretamente e senza timore. E’ un vostro diritto.

Assicuratevi ,dove vi piace scrivere e commentare, che non possono sbattervi fuori da un momento all’altro senza uno straccio di spiegazione.

Lo ripeto dal 2013!

Annamaria… a dopo

BEAUTIFUL CURVY

Dopo aver fatto il pieno a Milano, lo scorso mese, con la Fashion Week dove a sfilare c’ erano modelle pelle e ossa, un po’ di carne non guasta. Parlo delle modelle curvy che vanno oltre, oltre la taglia 36 e che io trovo davvero affascinanti (sono di parte…) oltre che belle. 

E c’è anche una proposta di legge. A scriverla sono due deputate M5S, Azzurra Cancelleri e Marialucia Lorefice, con un testo formato da quattro articoli, depositato a fine luglio a Montecitorio e assegnato alla commissione Attività Produttive.
Questi i punti fondamentali della proposta di legge per modelle:.
-IMB (indice di massa corporea) minimo e non inferiore a 18.5%, valore sotto il quale, secondo l’Oms, si può già decretare uno stato di malnutrizione;
-presenza di certificato medico, unito a valutazione psicologica, in cui si dichiara che il modello o la modella non soffrono di disturbi alimentari;
-presenza di uno psicologo e di un terapeuta durante le ore di lavoro;
-divieto di far sfilare modelli o modelle sotto i 16 anni in sfilate per adulti, orario bloccato per il lavoro tra le 22 e le 6 per i modelli che hanno tra i 6 e i 18 anni, unitamente alla presenza di un accompagnatore; inoltre, dovranno assolvere l’obbligo scolastico.

Come si legge su Ansa,chi non rispetta quanto sopra potrà incorrere in sanzioni fino a 75mila euro e sei mesi di carcere, e rientreranno in questo anche i media: “multe tra i 50mila e i 100mila euro e il carcere tra 6 mesi e un anno. Anche per i mezzi di comunicazione che utilizzino o promuovano un’immagine di eccessiva magrezza incoraggiando il ricorso a restrizioni alimentari ‘per un periodo prolungato’.
Beh speriamo che passi e diventi legge

Ecco ,dunque, 15 donne famose e formose, non solo nel mondo della moda.

15) Ashley GrahamLa 29enne americana è conosciuta per essere una delle modelle curvy di intimo più celebri. La troviamo sempre su riviste come ElleVogue e Glamour. Ashley Graham è conosciuta per le sue forme, ma anche per essere una fonte d’ispirazione per le numerose giovani donne e modelle. È infatti la regina delle top-model extra-large.

14) Jenna Kutcher

Jenna Kutcher è una blogger e modella curvy americana di cui si è parlato tanto in occasione del suo matrimonio con Drew, personal trainer e chiamato nel giro addirittura “Mister Addominali”. In molti infatti hanno osato chiederle come fa ad avere un marito così bello, sottolineando la loro evidente diversità fisica. La sua risposta? Mitica: “Quest’uomo ha abbracciato ogni curva, ogni chilo e ogni brufolo negli ultimi dieci anni e mi ha sempre ricordato che sono bella, anche quando mi sentivo insicura. Sì, ho le cosce che si toccano, le braccia grosse e la cellulite, ma ho scelto un uomo che sa gestire tutto questo. Io sono molto più del mio corpo, e anche lui, e così anche tutti voi. L’amore non guarda le taglie“.

13) Candice Huffine

Candice Huffine è la nuova modella curvy del mondo della moda. È diventata una celebrità internazionale posando per il calendario Pirelli 2015. Le sue misure sono generose: 97 cm di circonferenza addominale, 85 di giro vita e 112 cm di fianchi. La giovane donna si è aperta a Vanity Fair: “Quando sono arrivata nello studio fotografico, ho quasi pianto. È un grande cambiamento quello di assumere una ragazza con il mio fisico! Ma stiamo attraversando un’epoca in cui tutto cambia e si evolve, così i canoni estetici e la società vogliono una femminilità più morbida“.

12) Ivory May

Ivory May è nata nella città di Omaha (Nebraska) ma è cresciuta a Hilo, nelle isole Hawaii. È la nipote di Floyd Kalber, presentatore e stella della NBC. All’età di 9 anni, in visita dai nonni che vivono a Chicago, Ivory ebbe il suo primo approccio con il mondo della moda. La ragazza infatti venne notata da un’agenzia. Percorrere questa strada da sola era però impossibile e non riuscì ad entrare nell’agenzia. Nonostante quel primo approccio fallito, Ivory continuò a voler diventare una modella! Oggi il suo sogno si è realizzato ed è ormai una professionista affermata!

11) Kelsey Olson

Se questo dolce viso non vi è sconosciuto, potrebbe essere perché Kelsey Olson è presente nelle riviste dei grandi siti di abbigliamento come Torrid, in Italia non particolarmente celebre. Difficile ottenere informazioni sulla vita privata di questa modella curvy, si sa solamente che è nata in California. Per ciò che riguarda il suo corpo, conosciamo le sue misure: 105-99,90-119.38 cm per 1.78 cm di altezza. Occhi di ghiaccio e un viso angelico.

10) Tara Lynn

Tara Lynn è una modella curvy che rompe gli schemi. Dal momento in cui è entrata a far parte nel mondo della moda per arrotondare lo stipendio, l’americana di 27 anni è stata super richiesta. Dopo aver partecipato allo shooting Curves Ahead per la rivista newyorkese V, la bella brunetta è stata il volto della copertina di Elle: la rivista ha venduto 600.000 copie, il doppio del solito.

9) Christina Rene Hendricks

“Scultorea”, “prosperosa”, “voluttuosa”… dopo la sua comparsa nel 2007 nella serie TV di successo Mad Men,  sono piovuti commenti lusinghieri per Christina Hendricks che interpreta la segretaria intelligente e ultra sexy Joan Holloway. Sempre vestita in maniera vivace e seguendo la moda degli anni 60, Joan, la rossa focosa, incarna la femminilità in persona.

8) Fluvia Lacerda

Brasiliana di Rio de Janeiro, Fluvia Lacerda, taglia 52, è la rappresentazione massima della bellezza sudamericana. Scoperta da un giornalista di moda su un autobus a Manhattan, la fama della modella sembra aumentare sempre più. Ha infatti posato per i maggiori brand in circolazione. Qui la vediamo in posa nientepopodimeno che su uno dei set di Vogue.

7) Denise Bidot

Fiera delle sue maniglie dell’amore e delle sue altre “imperfezioni”, l’americana di 29 anni ha fatto parlare di sé l’anno scorso grazie ad una campagna per una linea di costumi da bagno, dove lei appare senza essere ritoccata. È la prima modella curvy ad aver sfilato per due marchi differenti durante la settimana della moda di New York nel 2014. Oggi, Denise Bidot, vuole mandare un messaggio a tutte le donne: “Per essere belle dovete rimanere voi stesse“.

6) Rebel Wilson

Rebel Elizabeth Wilson è un’attrice, una sceneggiatrice e un’umorista australiana nata il 3 Febbraio 1986, a Sydney. Celebre per il suo ruolo nella serie Pizza, ha recitato in film come Pitch PerfectThe Wedding Party, e Single ma non troppo. L’attrice considera le sue forme come un elemento comico: “Ho visto come il mio peso poteva essere un vantaggio quanto così tante donne lo vedono come un inconveniente ha dichiarato a riguardo.

5) Beyoncé Knowles

Icona pop celebrata in tutto il mondo, Beyoncé è una vera e propria diva. Forte e determinata, ha sempre messo in risalto le sue curve, diventando uno degli emblemi della femminilità prorompente e sensuale. Artista a 360 gradi, Beyoncé ha inoltre sposato il rapper Jay-Z da cui ha avuto tre figli.

4) Anita Marshall

Anita Marshall è un’americana di 24 anni originaria di Boston. Prima di diventare una modella, la giovane donna era una truccatrice professionale, ma segretamente sognava un altro tipo di carriera (quella nel mondo della moda). Oggi Anita Marshall ha realizzato il suo sogno! È alta 1.80 cm, porta la taglia 44-46 e ha un seno molto prosperoso. Il suo giro vita è di 85 cm e i suoi fianchi di 119 cm.

3) Sara Ramirez

Sara Ramirez è un’attrice messicana di televisione, cinema e teatro, nata il 31 agosto del 1975 a Mazatlan. È conosciuta soprattutto per il suo ruolo di Callie Torres nella serie Grey’s Anatomy. La Ramirez è anche cantautrice e compositrice. Nel 2005, ha vinto un Tony Awards per aver interpretato La Dama del lago.

2) Adele

Non potevamo dimenticarci di Adele. Adele Laurie Blue Adkins è una cantante britannica che non ha bisogno di presentazioni. Con Skyfall, colonna sonora del 23° capitolo della serie cinematografica di James Bond, ha vinto l’Oscar per la miglior canzone del 2014. Di recente, ha lasciato il mondo dello spettacolo per occuparsi della famiglia.

1) Toccara Jones

Toccara Jones ha fatto carriera in televisione e nel mondo della moda. È anche attrice e cantante, ma solo occasionalmente. Ha partecipato alla terza stagione di America’s Next Top Model e si è piazzata settima. Dopo, ha firmato un contratto con Wilhelmina Models come modella extra large.

PER ESSERE MENO SOLO

 

 

Per essere meno solo,
in quel che cresce nella memoria ti gira le spalle
la vita, troppo a lungo avevo sofferto.

Solo, lontano dal mondo, in questo angolo
a raccontare le mie notti a tutti gli uomini che sono stati
giovani, lontani dalla confusione del mondo.
Gu

Annamaria… a dopo

LORY DEL SANTO, IL LUTTO E IL GF-VIP3

Sembra che domani sera Lory Del Santo entri al GF VIP , fresca di lutto per la perdita del secondo figlio 19enne, suicidatosi in seguito a problemi di salute. Io capisco che ognuno di noi elabora il lutto come meglio riesce e con i tempi necessari che variano da persona a persona.
Anche io pochi mesi fa ho perso una figura importante della mia vita: mia madre.
Ho scritto qualche post pubblicamente per esprimere il mio dolore, sporadicamente. Ma stare h24 davanti alle telecamere è semplicemente spettacolarizzare la morte, specialmente di un figlio. Il lutto dobbiamo elaborarlo da soli o magari circondati da amicizie disposte a starci vicino, soprattutto nei momenti di crisi e di maggior tristezza.
Un lutto va vissuto anche con riservatezza.
La tv, per qualche mese o settimana, ci impone, se vogliamo guardare il gf , (perchè non obbliga) di seguire questa donna, per suo volere. E a questo punto anche dell azienda. Ma Lory del Santo e Mediaset sono sicuri che noi vogliamo assistere al suo dolore quotidianamente?
All’azienda la sua entrata rende in sponsor e ascolti piu’ alti (credo) ma ci pensano alla grande grande mancanza di rispetto nei confronti dei telespettatori ,soprattutto anziani e giovani? Sbattere il dolore in tv ormai ci siamo abituati o quasi ma non in maniera così spettacolare all’ interno di una trasmissione che dovrebbe essere leggera e giocosa.

A mio parere supera il trash dell’edizione della D’Urso.
Ma cosa non si fa per qualche percentuale in più di share e mi domando: quando tornerà di moda il senso del pudore e del valore delle emozioni e dei sentimenti?

Annamaria… a dopo