RICORDI

E’ sera la luna fa capolino fra le nuvole, il suo pallido chiarore ti sporca la faccia,
è ora che si dorme, i tasti del pensiero girano a mille, i ricordi scivolano come foglie nuove nella strada della vita.

Quanti giorni sono passati si guarda le cose come sono venute
come si sono spinte, come si sono piegate, nel sentiero dei giorni.

Il sapore della casa insieme a i miei anni vanno a riposare nell’ora del tempo.

Gu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.