STRANO MA VERO!

 

E gira che ti rigira, nel web trovo sempre qualcosa di cui stupirmi.                                                           

Stupiamoci insieme cari lettori, anzi se volete,

segnalate anche voi quanto vi pare . . . 

  

 

 Diritti d’autore . . .

Il popolarissimo motivetto “Tanti auguri a te…” venne composto da due sorelle statunitensi, Patty e Mildred J. Hill, come canzoncina non di buon compleanno, ma di benvenuto in classe ai bambini dell’asilo. 


 
 


 Quando venne pubblicato per la prima volta, nel 1893, il suo titolo era infatti “Buona mattina a tutti”.

 
 

Come rifarsi il naso senza chirurgia

plastica

                                                                  

E’ una trovata giapponese, e permette di avere un naso alla francese perfetto.Si chiama “Beauty lift high nose”, lo strumento creato in Giappone per “aggiustare” il naso. 
         

                                                         
 

E’ una specie di molletta, dotata di sensori di vibrazione per un’azione più efficace, e supporti in silicone per non irritare la pelle.Costa circa 118 euro, va indossato 3 minuti al giorno, ma ancora non è chiaro quanto duri l’effetto che si desidera avere, sicuramente non molto.



  Cosa non si fa per i propri idoli . . . 

 

Un tifoso di Diego Armando Maradona non ha esitato a chiamare Mara e Dona le due gemelle che sua moglie ha dato alla luce l’estate scorsa. 

 


 Ai media argentini il 29enne neo-papà aveva sempre ripetuto alla moglie che il suo desiderio deriva dalla gioia che il “pive de oro” gli aveva dato segnando 2 reti agli inglesi nei quarti di finale dei Mondiali in Messico nel 1986. 

 

 

Aspettiamoci allora qualsiasi cosa !!!

MARIA…a dopo

2 pensieri su “STRANO MA VERO!

  1. Le note e i fatti si commentano da soli. Ormai in politica è un recitare continuo, inarrestale dove non esiste più il senso dell’onesta, dell’etica professionale che dovrebbe ispirare chi gestisce una funzione pubblica. Naturalmente bisogna sempre stare a vedere come si comportano gli amministratori pubblici: elogiare chi fa il proprio dovere senza arricchirsi disonestamente e e scudisciare senza sosta i malfattori con il proprio mezzo d’informazione video, cartolare o anche informatico.

I commenti sono chiusi.